Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Alessandro Caravillani, 5 marzo 1982

Alessandro Caravillani fu casualmente ucciso - con ancora indosso il suo zaino da studente - a Roma, il 5 marzo 1982, durante un conflitto a fuoco tra le forze di Polizia e alcuni terroristi (poi individuati), appartenenti al gruppo di estrema destra Nuclei armati rivoluzionari (Nar), che avevano appena rapinato una banca. Numerosi passanti furono feriti perché i terroristi si diedero alla fuga sparando all'impazzata tra la folla presente nel vicino mercato. Nell'occasione, fu ferita anche l'esponente di maggior rilievo della organizzazione, da tempo ricercata per gravissimi fatti. Nel pomeriggio dello stesso giorno, viste le critiche condizioni della  complice, i terroristi la lasciarono nei pressi di un ospedale della città.