Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Maurizio Di Leo, 2 settembre 1980

Il 2 settembre 1980, a un mese esatto dalla strage di Bologna, Maurizio Di Leo - tipografo del quotidiano «Il Messaggero» - fu ucciso a Roma da appartenenti alla organizzazione eversiva di destra Nuclei armati rivoluzionari (Nar) che, dopo avergli sparato, fuggirono a bordo di una moto. I terroristi lo avevano scambiato per un giornalista dello stesso quotidiano romano che, in quel periodo, si era spesso occupato di eversione nera.