Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Andrea Campagna, 19 aprile 1979

Andrea Campagna, agente della Polizia di Stato con mansioni di autista presso la Digos di Milano, viene ucciso in quella città il 19 aprile 1979 da militanti del gruppo Proletari armati per il comunismo (Pac). L'omicidio, che viene rivendicato con un volantino come ritorsione alle operazioni di polizia immediatamente successive al delitto Torregiani, è stato commesso verso le ore 14, nel quartiere Barona del capoluogo lombardo, da due uomini che avevano atteso che Campagna uscisse dall'abitazione della sua fidanzata, dove aveva trascorso la pausa pranzo.

Gli autori del delitto, condannati con sentenza passata in giudicato, sono Cesare Battisti, che ha materialmente esploso contro la vittima cinque colpi di revolver 357 Magnum, e Giuseppe Memeo (reo confesso), alla guida dell'auto della fuga.