Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Lorenzo Cutugno, 11 aprile 1978

Lorenzo Cutugno fu ferito in un agguato, tesogli sul portone della sua casa torinese alle 7.30 del mattino dell'11 aprile 1978, da appartenenti alle Brigate rosse. Nonostante fosse stato fatto oggetto di colpi di pistola, riuscì, con la propria arma, a ferire uno degli attentatori. A quel punto ne intervenne un altro che, uscito dalla vettura dove aspettava i complici, esplose contro Lorenzo Cutugno i colpi che ne causarono la morte. Il terrorista ferito fu arrestato e condannato. L'omicidio dell'agente Cutugno rappresentò un momento dell'attacco sferrato dalle Brigate rosse nei confronti di coloro che, a vario titolo, operavano nel settore penitenziario. Seguì quello del magistrato Riccardo Palma, compiuto meno di due mesi prima, e precedette in specie quelli - di poco successivi - dei marescialli Francesco Di Cataldo e Antonio Santoro, dell'agente Giuseppe Lorusso, del magistrato Girolamo Tartaglione e dell'antropologo criminale Alfredo Paolella.