Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Gianfranco Spighi, 10 febbraio 1978

Il 10 febbraio 1978 un gruppo di giovani fece irruzione nello studio di Gianfranco Spighi, notaio in Firenze. Quando il notaio intimò ai giovani di uscire, uno di essi gli sparò, uccidendolo. Dopo alcuni giorni uno degli autori del fatto fu identificato, ma si rese latitante. L'attentato fu rivendicato da un gruppo denominatosi Lotta armata per il comunismo. In esso si sostenne che l'omicidio del notaio era stato un «incidente sul lavoro».