Ministero per i beni e le attivita' culturali e per il turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

L'agguato di via Acca Larentia, 7 gennaio 1978

Verso le 18 del 7 gennaio 1978, tre giovani uscirono dalla sezione del Movimento sociale italiano di via Acca Larentia, nel quartiere romano Tuscolano, e furono investiti da numerosi colpi d'arma da fuoco esplosi da persone appostate nelle vicinanze. Uno dei tre, pur se ferito, riuscì a rientrare nella sede del partito. Franco Bigonzetti, studente universitario di venti anni, morì sul colpo. Un terzo, Francesco Ciavatta - studente liceale di diciotto anni - fu ferito e tentò di fuggire, ma venne inseguito e colpito alla schiena; morì durante il trasporto in ospedale.

Qualche giorno dopo, l'agguato alla sezione di via Acca Larentia fu rivendicato dai Nuclei armati di contropotere territoriale con un comunicato contenente minacce ed espressioni di rozza violenza.