Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Fanny Dallari, 20 novembre 1974

Alle 17.25 del 20 novembre 1974 esplose in via Giacchero, a Savona, una bomba ad alto potenziale che provocò il ferimento di quattordici persone. Una di queste, Fanny Dallari, morì il giorno successivo. Fu il più grave degli attentati che, a partire dal marzo di quell’anno e fino alla primavera del 1975, si verificarono a Savona e nella sua provincia. Alla violenza degli attentati la cittadinanza seppe reagire anche organizzando pacifiche manifestazioni e - in cooperazione con le forze dell’ordine - veri e propri servizi di vigilanza. I processi non consentiranno di individuare gli autori dell’a ttentato, pur se si ritenne che esso, al pari degli altri, fosse stato voluto da ambienti della estrema destra eversiva, in un contesto già segnato in particolare dalla strage di piazza della Loggia (28 maggio 1974) e dalla strage sul treno Italicus (4 agosto 1974).