Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Giulia Banzi (1938 - 1974)

 
 
 

Nata a Brescia l'8 novembre 1938. Insegnante.

Perse il padre da piccola. Era soprannominata «la rossa». Rossa era la Renault 5 che guidava, rossa l'anima di questa giovane insegnante in jeans e maglione. I ragazzi la ricordano così: «Ci dava del lei, non il tu sprezzante di altri professori. Lo faceva per rimarcare il suo rispetto, e non si stancava mai di parlare con noi. Poi, nel corso della lezione, quando ci infervoravamo, finiva sempre col darci del tu». Diceva: «È importante la grammatica, ma soprattutto sapere cosa è stata la rivoluzione francese». Quella mattina del 28 Maggio 1974 alle 10.12, mentre un cestino della spazzatura squarcia la storia di un intero Paese, Giulietta si trovava accanto a Luigi Pinto.

Vittima nella strage di piazza della Loggia a Brescia, il 28 maggio 1974.