Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Giuseppe Saporito (1942 - 1977)

 
 
 

Nato a Messina il 19 giugno 1942. Operaio della Alemagna.

Il 3 novembre 1977, a Milano, nel corso di una rapina a un ufficio postale in via Castel Morrone da parte di alcuni componenti dei Nuclei armati proletari (Nap), Giuseppe Saporito viene ucciso nel corso di uno scontro a fuoco tra una guardia giurata e un esponente dei Nap, che si era rifugiato nella sua automobile, in cui era presente anche il figlioletto Davide, di due anni, rimasto illeso.
Soltanto 34 anni più tardi, il 14 luglio 2011, Saporito viene riconosciuto vittima del terrorismo, in base a nuove carte presentate dalla famiglia (da anni impegnata per ottenere il riconoscimento della natura dell'omicidio del proprio caro), dalle quali emerge chiaramente la matrice terroristica della rapina e di due banditi.

Vittima innocente di un episodio di matrice terroristica avvenuto a Milano, il 3 novembre 1977.