Briciole di pane

Arte e Costituzione
Mostra
21 mar 2009

Il Giudice Vittorio Occorsio fu in gioventù studente del Liceo e si diplomò nel 1947. Venne barbaramente ucciso il 10 luglio 1976. Il progetto Arte e Costituzione, ideato e curato dalla professoressa Caterina Capalbo, docente di Storia dell'arte, ha permesso, grazie a un finanziamento del Ministero dell'Istruzione, ufficio III (Direzione generale per lo studente), di realizzare un intervento creativo all'interno del  Liceo ginnasio statale "Giulio Cesare" di Roma, più precisamente nella sala dedicata a Vittorio Occorsio in occasione del trentesimo anniversario della morte (1976-2006). L'intervento, improntato al tema la Costituzione e al giudice Vittorio Occorsio, è consistito nella decorazione delle pareti della sala.

Sono stati realizzati dei dipinti murali lungo le pareti fino al soffitto, con l'obiettivo di dare simbolica espressione artistica agli articoli fondanti della Costituzione come quello sul lavoro, i diritti, la pace, la giustizia, l'istruzione, la libertà di pensiero, la tutela del patrimonio storico, ambientale e artistico.
Molti studenti (delle sezioni A, B, M) e i ragazzi del corso di restauro, guidati dal maestro Osvaldo Sabene, e persino i docenti hanno aderito all'iniziativa con spirito di grande solidarietà. Hanno lavorato per l'intero anno scolastico 2008/2009 per creare un autentico salone storico dove ruotano immagini coinvolgenti come la famosa scena della firma della Costituzione con De Nicola, Terracini, De Gasperi, e il ritratto del giudice Occorsio a grandezza naturale mentre legge e riflette seduto alla sua scrivania, in simbiosi ideale con gli studenti della scuola attraverso una frase, che scrisse il giorno della maturità, e rintracciata tra i suoi appunti di studente da sua figlia Susanna: «Credi nella felicità? Io credo nell'attesa della felicità. La malinconia di questo giorno, il più atteso da noi tutti, sembra darmi ragione. Credi piuttosto all'ideale; quello non ha bisogno di essere realizzato: basterà l'intima soddisfazione di averlo seguito» (10 giugno 1947).

Alcuni momenti dell'allestimento e della realizzazione della mostra

Aggregatore Risorse